Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo


Il Decreto Legislativo 231/2001 ha previsto per la prima volta nel nostro ordinamento la possibilità che società ed enti possano essere direttamente chiamati a rispondere dei reati commessi nel loro interesse da dirigenti, dipendenti e da tutti coloro che operano in nome e per conto della società, dai quali quest’ultima tragga un interesse o un vantaggio; tale responsabilità si aggiunge a quella della persona fisica che ha realizzato materialmente il fatto.

Gravi sanzioni, interdittive e/o pecuniarie, sono poste a carico di organizzazioni, quale conseguenza di determinati reati commessi da un proprio amministratore, dirigente, dipendente od anche terzo mandatario

Particolare attenzione merita l’entrata in vigore della legge 123/2007 sulla sicurezza del lavoro, che ha innovato profondamente il D. Lgs 231/2001, introducendo nel catalogo dei reati da cui deriva la responsabilità dell’impresa gli infortuni sul lavoro ed in generale i comportamenti repressi dal DL. 81 assoggettando così la generalità delle società e degli enti che impiegano personale alla responsabilità amministrativa. Per prevenire e tutelarsi dalla commissione di tali reati gli organi dirigenziali debbono adottare ed efficacemente attuare modelli di organizzazione e gestione dai quali dipende la possibilità di proficua difesa della società o dell’ente in sede di procedimento penale

Al fine di moderare sensibilmente il rischio di incorrere in tali provvedimenti sanzionatori, e comunque di annullare le possibili conseguenze in pregiudizio derivanti da condotte individuali illecite, le organizzazioni hanno facoltà di precostituirsi una circostanza esimente prevista dalla legge attraverso l'adozione di un apposito Sistema di Gestione denominato "Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo".

L'attività di predisposizione del sistema ha come output la creazione del modello di organizzazione ex D. Lgs. 231/2001, partendo dalla mappatura delle attività sensibili, dalla rilevazione dei processi maggiormente a rischio di reato e dall'analisi delle procedure necessarie per un adeguato si-stema di controllo interno, sempre tenendo in considerazione l'attività aziendale svolta e la struttura organizzativa..

I modelli organizzativi stabiliti dal D. Lgs. 231/2001 costituiscono strumenti capaci non solo di evitare le pesanti sanzioni previste dalla legge a carico delle società, ma anche di migliorare la governance societaria, nonché l’immagine di efficienza, trasparenza ed etica commerciale che la società stessa diffonde sul mercato ha pertanto anche una forte valenza.
 

 
certificazioni
Program A.Re.A.
Via Meucci, 31 - 47122 Forlì (FC) ITALY - Tel. +39 0543 801550 Fax. +39 0543 774866 - e-mail: info@programarea.com - P.IVA 01503620401
 

Richiesta preventivo

Ragione sociale: (*)
Telefono: (*)
Email: (*)
Persona da contattare: (*)
Tutela della privacy (*)