Tel. +39 0543 801550 - Fax. +39 0543 774866
e-mail: info@programarea.com
Via Meucci, 31 - 47122 Forlì (FC) ITALY

11 maggio 2021

AIA-Gestione Rifiuti

Ricordiamo che, come specificatamente previsto dalla Vostra AIA vigente, i depositi o contenitori dei rifiuti prodotti devono essere identificati da un cartello che riporti:

  • l'indicazione del codice EER (Elenco Europeo Rifiuti ex CER)
  • la descrizione del rifiuto
  • l'eventuale caratteristica di pericolosità (HP) nel caso di rifiuti pericolosi

Nelle nuove AIA infatti ritrovate la seguente prescrizione:
"Durante il deposito temporaneo la natura e la pericolosità dei rifiuti devono essere opportunamente identificati; gli stoccaggi, i recipienti, fissi o mobili, devono essere opportunamente identificati con l’indicazione del codice EER, la descrizione del rifiuto e l’eventuale caratteristica di pericolosità."
 
La pericolosità di ciascun rifiuto è identificata da una o più frasi HP (HP1, HP2,…HP15), che potete individuare nei Formulari (FIR) con cui avete già smaltito tali rifiuti.

HP1    Esplosivo
HP2    Comburente
HP3    Infiammabile
HP4    Irritante
HP5    Tossicità specifica organi bersaglio (STOT)/Tossicità per aspirazione
HP6    Tossicità acuta
HP7    Cancerogeno
HP8    Corrosivo
HP9    Infettivo
HP10  Teratogeno
HP11   Mutageno
HP12   Sostanze che a contatto con acqua, aria o acido, liberano un gas tossico
HP13   Sostanze suscettibili di dare origine ad un'altra sostanza
HP14   Ecotossico
HP15   Rifiuto che non possiede dirette caratteristiche di pericolo ma può manifestarle successivamente.